PizzaMera “che rapina”: scopri quando devi SMETTERE DI FARTI SFILARE BANCONOTE per una scatola di pizza alla segale, miele e semi di lino.

By | Dicembre 6, 2017

Adriano ma quanto costano queste pizze?

Questa è una delle domande che una parte dei nuovi clienti e delle persone che interagiscono con noi ci fanno e la mia risposta è sempre la stessa cosa:

quanto costano rispetto a cosa?

Le persone, di solito, di fronte a questa domanda rimangono spiazzate e sono consapevole che non mi rispondo perchè la risposta sarebbe:

rispetto alla pizzeria dove prendo di solito la pizza, ovvio no!?

Ma è altrettanto ovvio che non me lo dicano, perchè altrimenti dovrebbero anche aggiungere rispetto alla pizza che prendo di solito dal kebabbaro, o dal Jhonny pizza della situazione.

Ora, non lo dico per giudicare nessuno, però bisogna anche guardare le cose dritte negli occhi per quello che sono…

TI HO BECCATO! Lo so che, da qualche parte, spendi anche tu SENZA ritegno…

Anche io, come probabilmente fai tu, ho delle aree della mia vita dove, quando devo acquistare qualcosa compro la versione più costosa, mentre in altre quella meno costosa dei prodotti o dei servizi che mi servono.

Per esempio, quando si tratta di comprare un corso di formazione, compro quasi sempre il più costoso.

Lo faccio perchè voglio essere sicuro di avere il massimo dell’assistenza, per poter ottenere il massimo dei risultati e perchè anche, se non è una garanzia assoluta, tendenzialmente quando una cosa è prezzata più alta, ha un livello di finitura più curato e viene prodotta o erogata da qualcuno che ti può dare una garanzia di risultato maggiore.

Quando si tratta di comprare i calzini per lavorare, invece, li compro già bucati.

Scherzo…

Però tendo ad acquistare quelli meno costosi, perchè so che si impasteranno di farina, si imbratteranno di sudore e che io spenda molto o molto poco, si rovineranno comunque in fretta e comprarli più fighi, A ME, non cambierebbe di una virgola la mia esistenza.

Come hai potuto leggere nel primo caso (quello della formazione), sento l’esigenza di essere servito dai migliori, perchè percepisco la formazione come una risorsa preziosa e ho paura che se non mi formo per bene, il mondo andrà troppo più veloce di me, facendomi diventare inadatto lavorativamente e umanamente.

Chi dice che io abbia ragione o torto?

Per molte persone finita la scuola, finisce anche lo studio e non sentono più la necessità di formarsi, figurarsi di spendere dei soldi per farlo.

Chi ha ragione?

Potrei dirti che, per me, ho ragione io, ma è solo questione di paradigma, è solo questione di come guardi il mondo, dopo tutto perchè formarsi se non hai ambizione e se ti interessa solamente avere le risorse per vivere decentemente e per poter badare alla tua famiglia?

Non ha senso…

E i calzini?

Vogliamo parlare dei calzini a basso costo?

Pensi che io sia convinto di essere dalla parte giusta della montagna e di avere la ragione assoluta dalla mia parte?

Se lo pensi, toglitelo dalla testa, non sono proprio il tipo.

Io in questo caso, NON ho nessuna percezione del valore aggiunto che potrebbero darmi dei calzini fighi mentre lavoro, perchè non sono (nemmeno nelle occasioni importanti) una persona particolarmente attenta all’aspetto estetico e tendo ad essere più pratico e risoluto possibile, anche in tutte le altre aree della mia vita, quando si tratta di forma e non di contenuto.

Ho ragione?

Secondo il mio punto di vista ci sarebbero 8947 ragioni, che potrei elencarti per tentare di persuaderti e di convincerti che ho la ragione dalla mia, ma non sarebbero sufficienti se i tuoi criteri decisionali, o meglio se le priorità che nella tua testa ti fanno decidere cosa è più o meno importante, non sono allineate con le mie.

Per questa ragione, non mi sentirò mai in diritto di giudicare una persona che non ha la percezione dell’importanza di mangiare bene.

Che capisca o meno che mangiare bene=più costoso.

Del resto, allenarsi seriamente col personal trainer costa di più, andare in una spiaggia privata costa più di una spiaggia pubblica, uno smartphone costa più di un cellulare….

Quindi è normale che anche una pizza fatta con delle farine che vengono macinate più lentamente e che non hanno aggiunte di porcherie come glutine essicato, acido ascorbico o caseina non può che costare di più.

Ma comunque MAI tanto di più, quanto ti costerebbe un allergia al glutine, scaturita, magari, da un eccessivo consumo di alimenti scadenti, o anche solo più di quanto ti costerebbe la fatica di una giornata dopo una notte insonne per  una pizza NON digerita.


ROSANNA DI PIETRO (Testimonianza lasciata sulla nostra pagina facebook il 26/11/2017)

Ieri sera abbiamo provato la vostra pizza per la prima volta perché vivamente consigliataci da una collega… che dire … wooow ���� è buonissima anche il giorno dopo ����ed ha un impasto sfiziosissimo che non da ‘ senso di pesantezza �


Ad ognuno la salute che merita…

CLICCA QUI e curiosa sul menù per scoprire la pizza della settimana e la pizza del mese

Mangia bene e vivi in forma

Adriano

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *