Grillo, Berlusconi e Salvini, possono consegnarti la migliore ricetta della pizza per SODDISFARE IL TUO DESIDERIO E LA TUA LIBIDO, senza aumentare debito pubblico, disturbi digestivi e la celiachia, anche se sono oltre 13 anni che PROMETTONO di farlo senza senza poi migliorare nulla per davvero?

By | Maggio 20, 2018

Perchè che si passi da destra a sinistra, o da sinistra a destra, NON cambia MAI nulla e anche a queste elezioni vinciamo alle prossime elezioni?

In quella che, secondo il mio umile punto di vista, è la più grande presa per i fondelli politica di tutti i tempi, si cela la motivazione per la quale, continuano ad aumentare la celiachia e i disturbi digestivi, per chi mangia la pizza o affini.

Ma la pizza NON dovrebbe essere un leggero momento di svago e di piacere in compagnia?

Eppure, mentre fino agli anni 90, la pizza, era percepita come era percepita la settimana di ferragosto al mare…

… scontatamente sana e genuina, fino ad essere quasi un diritto…

…negli ultimi 12 /13 anni, sembra aver smesso di essere così, per alcune persone.

Per tua fortuna ti sto aprendo gli archivi segreti di Pier Silvio Berlusconi, Giuseppe Grillo e Salvini, per consegnarti l’antidoto politicamente scorretto con cui sanare, forse definitivamente, il debito pubblico, con il terribile effetto collaterale di renderti immune alle “sciocchezze” alimentari che oggi precludono PER SEMPRE all’oltre 11% degli italiani, la libidine stimolata dall’impasto di una buona e giusta pizza.

Se osserviamo lo squallido scenario politico, che ha caratterizzato l’Italia negli ultimi 15 anni di storia del bel paese, troviamo delle brusche virate di orientamento politico ad ogni tornata elettorale.

Abbiamo virato dal mare di fandonie della prima era Berlusconi, ai pisolini di Romano Prodi Durante le interviste, o durante le discussioni parlamentari.

Poi siamo ritornati ad investire l’ex cavaliere… e non con le gomme della macchina…

Te lo ricordi, come lo innalzavano a grande imprenditore e a uomo carismatico, le sue televisioni, facendolo apparire più alto di quello che in realtà è?

Ma la realtà dei fatti, dopo poco più di metà mandato, ci è esplosa tra le mani come una bomba carta e, lo psico nano (come definisce il berlusca un altro nano malefico della politica), si è rivelato per quello che è:

Un libidinoso vecchietto pervertito col senso degli affari, il quale trova gusto nel ricoprire cariche istituzionali, per avere controllo sugli organi che vorrebbero linciare i suoi business per presunte irregolarità, fino ad ora mai dimostrate con prove tangibili.

In tal senso, con l’esplosione agli scandali, il divorzio dalla ex moglie e le indagini a danno delle sue aziende, che hanno maggiorato i danni alla sua immagine; si è anche aggiunta una crescita esponenziale dei gingilloni mediatici, liberi dai giochi di potere tipici dei muss media tradizionali (facebook e affini), che hanno fatto sparire quell’alone divino costruitogli attorno dalle sue televisioni.

Una volta che, “Psico Berlusca”, è stato tagliato fuori dai giochi, molti hanno creduto che le cose sarebbero cambiate, ma solo chi si era già reso conto della crudele realtà, sapeva che le cose, in realtà, potevano solo peggiorare.

Silvio era SOLO un capro espiatorio, qualcuno a cui dare la colpa per un male molto più profondo dei turbamenti dell’individuo che deve gestirlo questo male.

Un problema basato sull’inganno di finti litigi, finti valori etici e morali, dietro la quale si nascondono gruppi rivali e con diverse correnti di pensiero, quasi, solo davanti alla telecamera.

Un gioco che, in realtà, va avanti da molto più degli ultimi 15 anni, dove si sono messe diverse bandiere sullo stesso castello di idee, modi di pensare e di agire, che hanno contraddistinto lo svisceramento di un paese ricco e potente com’era l’Italia.

Questi furbacchioni, hanno sempre e solo lavorato sulle percezioni degli elettori, facendo credere loro, spesso anche con finte liti, che fossero gli uni contro gli altri, mentre nelle riunioni dentro alle stanze del potere, uccidevano il paese e ne cannibalizzavano le risorse, come fanno le iene con le carcasse, con consensi unanimità.

Non a caso, tra governi eletti, tecnici e burocrati, la situazione NON è mai migliorata e le politiche economico sociali, sono sempre state portate avanti in maniera subdolamente unilaterale, volta ai soli interessi delle banche e di quelli che, in teoria, dovrebbero essere i nostri dipendenti e rappresentanti.

Il panorama delle pizzeria NON è molto differente…

Se ci pensi, un po’ come la politica ha virato in continuazione, da centro destra a centro sinistra per anni, senza MAI in realtà cambiare nulla in meglio, oltre alla parola affianco a “centro”, anche il mondo della pizzeria si è comportato nella stessa maniera.

Lascia che mi spieghi meglio:

un po’ come la politica che, nel corso degli anni, ha cambiato forma senza mai davvero cambiare la sostanza, anche le pizzerie, soprattutto nell’ultimo decennio, hanno cambiato colore alle pizze, gli hanno cambiato nomi alle farine, la consistenza, il profumo ma…

… ma la sostanza è sempre la stessa.

Sempre il solito e scontato frumento, come nella politica dietro alle diverse bandiere ci sono sempre le solite facce.

Magari, visto che si è sempre fatto così, come si è sempre fatto così in politica, ti starai chiedendo che cosa si dovrebbe fare, per riuscire ad invertire il trend che continua a fare registrare un aumento dei celiaci, del diabete e delle patologie intestinali ogni anno, vero?

E ne avresti anche tutte le ragioni…

… ma se ci pensi un attimo, un cancro ad esempio, non si può curare con le sigarette no?

Ecco, allo stesso modo non si possono sistemare le congettuere economico-sociali con le stesse facce che le hanno mandate in crisi e nemmeno arginare, ed invertire la tendenza crescente di celiaci e di persone con problematiche digestive, con un continuo, ripetuto ed eccessivo iper-consumo dell’alimento che le ha generate:

il frumento.

Sei d’accordo?

Se stai continuando a leggere probabilmente si, o almeno lo spero ;P.

Ma che cosa bisognerebbe fare quindi, per ribaltare una volta per tutte questa folle tendenza crescente di celiaci, diabetici ecc..?

Ragionare e fare raziocinio.

Basterebbe di per se quello.

Se si è notato che, un consumo quotidiano di frumento, per altro in quantità superiori al fabbisogno nutrizionale, è stato ed è un forte “elettrostimolatore” che rinforza la presenza di questi disturbi, forse e dico forse, bisognerebbe tentare di rivedere parzialmente le proprie tabelle nutrizionali, per mettersi al sicuro e ripararsi dagli attacchi di queste patologie, diversificando la “strategia alimentare”.

Mi spiego meglio.

Se durante la giornata sei abituato a sbranarti fette biscottate, brioche, pastasciutta e quant’altro, NESSUNO ti dice che devi smettere di farlo. 

Per carità…

Ma quanto meno, cerca di attrezzarti con una valigia di buon senso e diversifica il tipo di cereale utilizzato per dare vita ai tuoi carboidrati.

Alternare il frumento al farro, alla farina di canapa, la segale ecc… ti mette immediatamente in contatto con prodotti all’apparenza analoghi per l’aspetto, ma, in realtà, completamente differenti sotto il profilo nutrizionale.

Ad esempio la farina di canapa, pur dando vita a prodotti con una palatabilità NON ediliaca, è ricca di amminoacidi essenziali, che di solito, nelle proteine vegetali sono ai minimi storici.

Invece, la segale, che noi utilizziamo per il nostro impasto speciale PizzaMera, oltre ad essere particolarmente povera di glutine, è ricca sfondata di sali minerali, ed è anche capace di riempirti come una brioche alla crema, con una sana e buona dose di vitamine del gruppo B e di fibre.

Tutto questo consente ai prodotti realizzati con la segale, di instaurare un buon rapporto con il tuo intestino e di farti sperimentare una digestione termale.

Quindi, allo stesso modo, se si vuole davvero ripristinare un circolo virtuoso, nell’infrastruttura delle dinamiche che si devono curare nelle congetture economico sociali d’Italia, l’unica strada con del potenziale di riuscita, visto che le altre HANNO FALLITO, è quella di lasciare un po’ di campo a chi, fino ad ora, ha avuto solo un ruolo marginale nello scenario politico italiano.

Ehy…

Un momento…

Ma alle ultime elezioni politiche, hanno vinto i due gruppi più rivoluzionari della politica italiana degli ultimi 50 anni: Lega Nord e Movimento 5 stelle.

Capisco il probabile scetticismo…

Ma, dopo tutto, peggio di come stava andando è possibile, ma ci vorrebbe davvero impegno e incompetenza a catinelle no!?

Quindi direi che la prospettiva e senz’altro positiva.

Che dio ce la mandi buona…


MANILA FUSI: 

Oramai scelgo solo Pizzamera…
La pizza a lunga lievitazione fantastica, speciale quella alla segale.
Servizio rapido, cortese e familiare!�


Mentre aspettiamo di vedere come si evolveranno le praterie italiane, sotto la giurisdizione leghista e pentastellata…

….se vuoi inondare le tue arterie con tutta l’energia dei sali minerali, delle fibre e delle vitamine, impregnate nella pizza alla segale, clicca qui e vai a sgrollarti in santa pace il menù, fino a quando non trovi la pizza che ti aumenta la salivazione e la curiosità abbastanza da farti premere il pulsante che farà partire il nostro fattorino alla volta di casa tua.

Se la fame NON è ancora sufficiente per farti premere invio e provare le nostre pizze, sei un tantino scettico, ma le parole che blatero ti intrigano, ti divertono e l’idea di palparle con “fare fantozziano” su carta, ti solletica il libido…

… fino a quando avremo copie disponibili della nostra speciale rivista…

…se ordini la pizza direttamente via what’s app o chiamata a 3932214017, riceverai in regalo cartaceo:

Periodic Pizza

Il report mensile per sfuggire a Bruno Vespa senza spegnere la televisione.

Una vera e propria rivista di venti pagine, che si trasforma per te in una batteria per caricare il tuo telecomando, con 3 articoli di storie, micro-pillole e consigli di facile utilizzo, per sintonizzare la tua food delivery su una trasmissione, QUASI, da ristorante stellato.

Perfavore, NON commentare questo articolo, sono un tipo burbero e irritabile.

Facendolo rischieresti di scivolare rovinosamente su una buccia di banana, aprendo un dibattito degno delle più becere trasmissioni televisive in ambito di politica.

I contenuti di questo post sono a mero scopo di intrattenimento e NON si schierano, in nessuna maniera, a favore di un gruppo politico, o a sfavore di un altro.

Ci vediamo alla prossima mia delirante voglia di scrivere cose a caso su cose…

…Mangia bene e vivi in forma

Adriano

PS: Non dimenticare che il nostro menù è in continua evoluzione come il corpo di un bambino, quindi se lo hai visto qualche giorno fa, è quasi scontato che NON sia più completamente lo stesso. Clicca qui e scopri le ultimissime follie della nostra cucina

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *