Come digerire la pizza PRIMA di mangiarla -ovunque tu la compri- con i trucchi di Capitan Pizza.

By | Luglio 19, 2018

Le bolle di glutine gettate ogni  giorno nello stomaco dei sestesi dalle pizzerie, senza essere state ” fatte digerire” dai lieviti, avanzano come un’agguerrita corazzata per cercare di mettere in subbuglio anche il tuo intestino, a cavallo di una devastante flotta di amidi pronti a fare impennare la tua glicemia.

La situazione è sempre più sconfortante, ed è per questo che mi sono trasformato in Capitan Pizza:

Per liberare tutto il potere dei miei impasti, che sono pronto a sguinzagliare sul terreo di battaglia, per contrastare le armate nemiche e trarre in salvo la serenità del popolo di stomaci sestesi.

Ma i nemici, per ora, sono troppo numerosi.

E quindi, adesso, ti voglio svelare come digerire la pizza prima di mangiarla, anche se di solito soffri tutta la notte come un cane bastonato dopo aver mangiato la pizza.

In questo modo, anche se io non riuscissi a fare la pizza per te in prima persona, o anche se tu non mi trovi particolarmente simpatico, o ancora credi che io sia costoso, potrai usare la lente di ingrandimento che ti sto mettendo direttamente nel palmo della mano, per scovare un’altra pizzeria capace di farti una pizza che digerirai ancora prima di averla mangiata.

Ma prima di entrare nel vivo, mio impavido lettore, dobbiamo sgrollare qualche semplice premessa doverosa, ai fini di assicurarci che tu tragga il massimo da questo succulento articolo:

  1. E’ chiaro come la luce del sole che, ne tu, ne io, possiamo realmente e fisicamente digerire nulla prima di averlo mangiato, nemmeno una pizza. Al massimo, quello che possiamo fare, è avvicinarci alla certezza che questo possa avvenire nei modi e nei tempi più congeniali possibile, prima di mangiarla. Il che sarebbe già gran cosa, non credi?
  2. Da un grande potere derivano grandi responsabilità… diceva il padre di Spiderman. Ora, non è che dopo aver letto questo articolo, anche tu potrai incominciare ad arrampicarti sui palazzi; ma certamente avrai una consapevolezza e un agilità di pensiero, che ti permetteranno di evitare le offerte di pizza più insidiose e devastanti. Tanto dovrebbe bastare per farti venire voglia di condividere questi poteri con chi ti circonda (se sei una persona buona), per spazzare via l’annebbiamento post pasto, nella mente di chi non saprà scegliere come saprai fare tu, la pizza migliore, quella che ti fa ripartire con la massima carica al posto di implorare un divano o un letto, per colpa della tua unica colpa di averla mangiata.
  3. Come ogni cosa ci vuole CRITERIO. Non è che, dopo aver impugnato il potere di saper digerire la pizza prima di averla mangiata, potrai “finalmente”raddoppiare il consumo di carbo su base giornaliera e contare di poter digerire la pizza prima di averla mangiata comunque.

Okay, Adesso che abbiamo fatto le doverose promesse, sei pronto a scoprire come si fa per digerire la pizza prima di averla mangiata?

Si?

Allora seguimi….

Metodo hamburgher per digerire la pizza prima di averla mangiata

L’hamburger per digerire la pizza????

Capitan Pizza ma ti sei rincitrullito???

Nono…

Tranquillo, è solo che, se ci pensi bene, l’hamburger è composto da 3 parti:

  1. La base del panino
  2. L’hamburger vero e proprio
  3. E la parte superiore del panino

Quindi, per digerire la pizza prima di averla mangiata, non è che ti devi mettere a mangiare un hamburger prima di mangiarla okay!??

La cosa che invece devi fare, è quella di eseguire la stessa procedura che si esegue per preparare un prelibatissimo hamburger; cioè quella di tagliare il panino, verificare che sia ben cotto, prendere la base e imbottirlo di farcitura.

Se sei un po’ confuso lo capisco, ma tu seguimi qualche istante e sarà tutto più chiaro.

#1 Come capire se digerirai la pizza prima ancora di mangiarla, imparando a capire se il tuo PIZZAIOLO è BUONO COME UN PANINO per hamburger ben cotto, o se ti farà una pizza indigesta come un panino crudo.

Okay…

Rimani con me, prometto che tra poco ti sarà tutto chiaro come la luce del sole.

Sarai d’accordo nel dire che, un buon panino, di quelli soffici, alveolati e allo stesso tempo con la crosta fragrante, è digeribile come un bicchiere d’acqua no!?

Bene…

Per accorgerti se un panino è bello cotto e non ti farà male, ne osservi l’aspetto giusto?

Guardi la doratura, tocchi la mollica per accertarti che non sia troppo umida e provi a fare scricchiolare la crosta, dico bene?

Ottimo…

Se per accertarti della cottura di un panino per hamburger, osservi l’aspetto, allora dovresti fare la stessa cosa anche con il tuo pizzaiolo, per scoprire se farà per te una pizza digeribile quanto basta, perchè tu possa digerirla prima di averla mangiata.

So che potrebbe sembrarti una sciocchezza, ma chi pensi che sia più attento alla lavorazione e alla lievitazione della tua pizza: un pizzaiolo grasso, panzuto e trasandato, che magari si alimenta anche a cibo spazzatura; oppure un pizzaiolo magro, in buona forma fisica e che sai essere attento alla propria alimentazione?

So che non è l’unico parametro, ma, di certo, proprio come il pane è la base per un buon hamburger, la cura che ha di se il tuo pizzaiolo, è la base per farti sapere se ha o meno la propensione a mettere attenzione sufficiente nel suo lavoro, da farti una pizza che digerirai ancora prima di averla mangiata.

#2 Come scoprire se “LA CICCIA” che il tuo pizzaiolo usa per farcire la tua pizza, è abbastanza buona, da permetterti di digerire la pizza ancora prima di averla mangiata, come la digeriresti la carne di un buon hamburger.

Spesso, quando non si digerisce bene la pizza, si da la colpa all’impasto.

Ma sei davvero sicuro che sia sempre così?

Anche un banalissimo prosciutto, se riempito di sale e di conservanti e aromi, perchè fatto con delle materie prime di di infima qualità, può risultare davvero indigesto e farti scordare per sempre di digerire la pizza ancora prima di averla mangiata.

Quindi come facciamo a sapere se possiamo fidarci di come sceglie i fornitori il tuo pizzaiolo?

Beh, di base, anche se potrebbe sembrare scontatO, l’opzione migliore per scoprire se i criteri di scelta dei fornitori del tuo pizzaiolo, ti aiuteranno a digerire la pizza ancora prima di averla mangiata, o te la faranno rimanere sullo stomaco, è quella di parlarci, quasi, come se tu stessi parlando con un amico.

Se mantieni un tono confidenziale e conviviale, nel chiedergli da chi si rifornisce, potrai sapere se digerirai la pizza ancora prima di averla mangia oppure no.

#3 Il MISURATORE di ingredienti per sapere se la farcitura della PIZZA che ti arriverà a casa, ti aiuterà a digerirla ancora prima di averla mangiata.

Per sapere se la farcitura della pizza ti aiuterà a digerirla ancora prima di averla mangiata, ci sono solo 3 dati da prendere in considerazione:

  1. La qualità degli ingredienti, intesa come salubrità degli ingredienti, apporto calorico e tracciabilità della filiera.
  2. Rispetto dei metodi di conservamento
  3. Equilibrata calibratura degli ingredienti

Non ci sono molti altri criteri da rispettare, se vuoi digerire la pizza ancora prima di averla mangia e, giustamente, nella nostra pizzeria, li rispettiamo tutti e 3.

Ma se non voglio mangiare la pizza di Capitan Pizza, come faccio per sapere se la farcitura della pizza mi aiuterà a digerirla ancora prima di averla mangiata?

Mettiamola così: il primo criterio di analisi è sempre il pizzaiolo che hai di fronte e i valori che incarna; se hai scelto una persona in sovrappeso e che ha un’evidente scarso interesse nel mostrarsi preparato, è molto probabile che, l’attenzione e la cura ai metodi di conservamento e alla calibratura degli ingredienti, siano  andati a farsi benedire.

Sulla qualità degli ingredienti, intesa come salubrità degli ingredienti, apporto calorico e tracciabilità della filiera, non c’è molto da dire, visto che l’unico cosa che puoi fare è chiedere; è anche vero però, che vale anche qui lo stesso discorso del pizzaiolo che hai di fronte, perchè se mostra scarso interesse nel mostrarsi preparato, sarà molto difficile che abbia un più alto interesse nella selezione e nella ricerca delle materie prime, è vero o no?

DANIELA PARTEGIANI

Pizza strepitosa! � Gustosa ed originale, riempie senza appesantire… Da provare!!! Farinata di ceci con cipolle di Tropea -in omaggio!!!- da leccarsi i baffi! Risposta immediata, consegna puntuale con giornale periodico divertentissimo � e pagamento efficiente anche con bancomat �� bravi!!!

Bene mio impavido lettore, voglio farti i complimenti per essere arrivato alla fine di questa regata, navigando con maestria tra le mie parole.

Da ora, anche se deciderai di comprare la pizza da un’altra parte, potrai sapere sempre se digerirai la pizza che ti arriverà a casa, ancora prima di averla mangiata.

Se invece, questo post, ti ha rassicurato sulla nostra professionalità, o ha semplicemente consolidato la fiducia che nutrivi nei nostri riguardi: ordina ora e lascia che la fragranza della pasta delle nostre pizze, scricchioli leggermente sotto i tuoi denti, riempiendo il vuoto lasciato dal tuo appetito senza appesantire la tua capacità di pensiero con una digestione ai limiti della visibilità.

Ricorda:

Se sarai abbastanza scaltro da ordinare velocemente, hai buone possibilità di ricevere in regalo Periodic Pizza, il nostro special report di carta vera e propria, con 3 articoli inediti, scritti e curati con meticolosità SOLO per i clienti che ordinano la pizza da noi.

Come faccio per ordinare?

CLICCA QUI e ordina direttamente dal mio sito, oppure chiama o manda un what’s app a 3932214017.

Ci vediamo al prossimo post.

Mangia bene e vivi in forma

Capitan Pizza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *