Se la pizza fosse aria allora la pizza bianca sarebbe aria condizionata e LA PIZZA ALLA SEGALE SAREBBE COME L’ARIA DELLE MONTAGNE dalle quali proviene.

By | Luglio 7, 2018

Le gocce di sudore mi slittavano dalla fronte fino alla punta del mento, facendomi provare quella leggera sensazione di prurito che si prova quando la goccia è li li per cadere, ma non lo fa, perchè è quasi come se disponesse di una vita propria e non volesse sfracellarsi sul suolo sottostante.

Un prurito dannato sul mento…

Il sangue nelle tempie mi pulsava come le casse pompano musica hard core in una discoteca e i pensieri non riuscivano più ad aggrovigliarsi, così da poter comporre un filo logico sensato, nemmeno spinti dal mio più ardente e insistente desiderio di realizzare qualcosa entro fine giornata.

Ci saranno stati almeno 90 gradi…

Okay, forse sto esagerando, ma la temperatura era abbastanza alta da spingermi a fare un azione che, per me, è abbastanza temeraria:

Quella di appiccare il condizionatore.

Sacrilegio…

…l’aria si è finalmente fatta più fresca e gradevole e, proprio mentre sembrava che le sinapsi stessero ricominciando a lavorare, per l’esaudimento del mio desiderio di concludere qualcosa entro la fine della giornata, la sensazione di essere braccato da un riccio di mare tra pelle e carne, proprio lì,  in mezzo tra collo e spalla destra, iniziava ad assalirmi.

Cerco di ignorare quella sgradevolissima sensazione di fastidio, ma, ben presto, diventa più insopportabile di un emicrania post sbronza del sabato sera.

I pensieri, dopo una mezzoretta di illusorio ordine, ricominciano a girovagarmi nella testa come un gruppo di psicopatici in stato confusionale, precludendomi la capacità di elaborare ragionamenti di senso compiuto.

DISPERAZIONE TOTALE!!!

Ieri, dopo essermi illuso per l’ennesima volta che, grazie all’aria condizionata, avrei potuto ristabilire un meteo all’interno del mio negozio, che mi permettesse di ragionare con la mente lucida, ho dovuto ricredermi per l’ennesima volta.

L’aria condizionata, oltre a non risolvere i  problemi di produttività, causati dal caldo più infernale, anzi, spesso, porta a peggiorare ulteriormente la situazione.

Un po’ come la pizza fatta con la farina 00 che per te, proprio come l’aria condizionata sul coppino di un’imbianchino con problemi alla cervicale, si rivela una detrattrice di energia, anzi che benzina preziosa da bruciare, per produrre i risultati che desideri.

Proprio come l’aria condizionata, da l’illusione di trasformare gli ambienti in cui circola in delle oasi nel deserto, salvo poi tramortirti a suon di schiaffi d’umidità, che intontiscono la tua testa, facendoti uscire di casa, o dall’ufficio, nel bel mezzo di uno stato mentale ai limiti del confusionale e con le ossa che sembrano essere appena state sottoposte ad una strana forma di ago terapia mal riuscita….

…anche l’ingannevole prima impressione di leggerezza che ti danno le pizze fatte con la farina 00, si prende gioco di te alla stessa maniera.

Seguimi e lascia che mi spieghi meglio…

Essendo noi abituati a masticare pizza bianca, tendiamo a ricercare la sua assenza di sapore e la sua “areosità” in uno stato quasi di assuefazione, lo stesso stato di assuefazione che ci guida alla ricerca dell’umidiccia freschezza degli ambienti in cui circola l’aria condizionata.

Non so se hai presente quell’espressione di sollievo, seguita da un sospiro liberatorio, che può esserti capitato di manifestare, dopo una passeggiata tra i cazzotti del sole a 40 gradi tipico di luglio, dopo essere entrato in un ambiente rinfrescato dall’aria condizionata?!?!?!??

Immagino di si….

Beh, sarai d’accordo nel dire che, dopo una giornata ad alta tensione, abbinata ai raggi del sole di luglio e con un’aridità di zuccheri più secca del deserto, la manifestazione di sollievo che ti viene da esprimete,  mentre mangi una pizza fatta con la farina 00, potrebbe essere pressochè identica no?!??

E più la frenesia generale e le abitudini alimentari iper zuccherine, si estendono nella tua percezione di “normalità”, proprio come ti sembra normale stazionare in un ambiente condizionato dall’aria umida del condizionatore, tanto più vieni risucchiato in un tornado di sbalzi glicemici, pronti a scuoterti con brevissime sensazioni di appagamento e piacere abbinati a crolli di energia improvvisi, seguiti poi dal desiderio di nuovi zuccheri.

Ma per tua fortuna, Capitan Pizza e il suo staff, sono qui per mostrarti come spegnere il condizionatore senza farti soffocare dal caldo, dare nuova aria alle tue ossa, liberare la tua mente dalla cappa di umidità che la turba a fine giornata e per farti disintegrare la zucchero dipendenza della pizza bianca dalla liste delle tue “assuefazioni”.

Nessun rimpianto o ripensamento faranno parte dei tuoi pensieri, dopo che, anche tu, avrai scoperto i 5 filtri che rendono le impalcature della mollica all’interno della pizza alla segale, altrettanto areose e più piacevoli da masticare della pizza bianca, senza perdere tutte le proprietà naturali del grano integrale.

I nutrienti delle farine integrali torneranno tra i pugni delle tue mani, per conferirti nuova energia e aiutarti a raggiungere gli obiettivi che desideri, senza rinunciare al gusto e alla fragranza della pizza, grazie ai super poteri della pizza alla segale.

Sei pronto a scoprirli?

#1 Il filtro fibroso che rende la pizza alla segale equilibrata come una boccata d’aria di montagna.

Sostituiresti l’aria fresca di montagna con l’aria rinfrescata del condizionatore?

Scommetto di no vero?

E probabilmente, sei anche d’accordo con me nel dire che, il tuo equilibrio psicofisico risentirebbe positivamente dell’aria di montagna, perchè la sua pulizia e freschezza riempirebbero i tuoi polmoni di energia, giusto?!

E sai una cosa?

Se sei d’accordo, allora, non dovresti avere dubbi nemmeno sulla maggiore pulizia dell’impasto della pizza alla segale e dei benefici che porta al tuo apparato gastrointestinale e al tuo metabolismo in generale?!

Proprio come l’aria delle montagne porta energia fresca ai tuoi polmoni, anche l’impasto della pizza alla segale, essendo molto più pulito degli impasti fatti con delle farine iper raffinate e ritoccate con glutine aggiunto, è un potente veicolatore di fibre, che per mezzo della crusca nella quale sono contenute, permetterà il mantenimento della pulizia all’interno del tuo apparato gastro intestinale prima e una gradualizzazione dell’ingresso degli zuccheri che veicolano i carboidrati come la pizza nel tuo sangue.

In sostanza: maggiore equilibrio gastrointestinale e meno zuccheri nel sangue

#2 Il filtro salato PER FARE BRILLARE LA TUA MENTE come  un rubino senza accendere il condizionare.

.

Come ti ho detto all’inizio dell’articolo, il sole, a me, ha giocato brutti scherzi, offuscando la mia lucidità di pensiero e precludendomi la capacità di produrre lavori che richiedono l’utilizzo analitico della mente.

Se ben ti ricordi, ti ho accennato che ho fatto un tentativo disperato di appiccare il condizionare, nella speranza che, rinfrescando l’aria, avrei recuperato tutta la mia capacità di analisi e di utilizzare la mia materia grigia.

Ma che…

Nulla da fare.

Come già ti avevo detto, aveva funzionato solo per un periodo temporale molto ristretto, portando con se, per altro, anche una serie di effetti collaterali che si sono fatti sentire, visto che NON sono abituato all’aria condizionata.

Ed è qui che mi sono reso conto dell’importanza di quello che ho chiamato ironicamente “filtro salato” e che è il secondo filtro che rende più pulito e nutriente l’impasto della pizza alla segale.

Salato come i sali minerali…

Sali minerali dei quali la pizza alla segale è particolarmente ricca e che sono tutti come le pillole del film limitless per la tua mente e per le tue energie.

Probabilmente, se io avessi integrato la giusta quantità di zinco, magnesio, calcio ferro ecc… non avrei avuto di che scrivere, perchè nonostante la mia sensibilità al caldo africano di questi giorni, non avrei mai perso il controllo sulle mie capacità cognitive per colpa del caldo, anche se sono un uomo di facile distrazione.

Ovvio che una pizza, per quanto naturale e ricca di sali minerali possa essere, da sola, non può renderti rifornito di sali minerali a sufficenza; ma può senz’altro esserti di enorme aiuto, diventando un veicolo di integrazione fondamentale per i sali minerali nel tuo corpo.

Se sei già pronto a farti la doccia e inzuppare la tua mente con i sali minerali della pizza alla segale, vai nella home page di questo sito, scegli la pizza che più di sconquinfera e ordinala immediatamente, altrimenti continua nella lettura e scopri che cosa ancora riesce a fare l’impasto della pizza alla segale, per fare impennare la tua salute e la tua sopportazione del caldo, senza appiccare il condizionatore.

3# Il filtro A-B della pizza alla segale, per debellare anche le malattie come il raffreddore, tipicamente croniche per chi si sciroppa l’aria condizionata quotidianamente, ancora prima che arrivino e per migliorare le tue capacità mnemoniche.

Perchè negli uffici si ammalano così spesso?

Se lo chiedono in molti…

E questo succede anche a chi passa molto tempo tra le mura domestiche.

Tanti danno la colpa alla negligenza delle persone che, di tanto in tanto, è anche vera, ma sempre molto meno di quello che potrebbe sembrare.

Iniziamo col dire che:

  1. Un ambiente chiuso è il posto migliore in cui possano proliferare i batteri
  2. L’aria condizionata favorisce il trasporto di microbi, oltre che umidificare l’ambiente e per questo è causa raffreddori e malanni
  3. Solitamente pause risicate tanto quanto i budget per il pranzo riducono all’osso le difese immunitarie di queste persone

Per tua fortuna, oggi, sei a conoscenza di una delle armi di difesa più potenti, di cui tu possa servirti, per contrastare questo trend che, per altro, è in continua crescita.

Quant’è bello andare in contro tendenza quando a giovarne è il tuo benessere???

L’arma a cui alludevo è l’impasto della pizza alla segale che, grazie alla sua importante quota di vitamine, che riversa nel tuo circolo ematico ogni volta che l’addenti, rende il tuo corpo inespugnabile come le mura dell’antico impero romano.

Già…

Le vitamine del gruppo B con le quali rifornisce il tuo corpo questo impasto, sono un acceleratore per la tua capacità di analisi e di problem solving.

Aggiungici anche una bella manciata di vitamina A e ti sei portato a casa un piccolo, ma importante, contributo per il tuo piano nutrizionale e per debellare malanni e malattie con leggerezza, prima ancora che esse stesse si presentino.

#4 Il filtro GRASSO DELLA PIZZA ALLA SEGALE PER BRUCIARE IL GRASSO serve davvero?

So che quello che hai appena letto potrebbe sembrarti quasi una presa in giro: un filtro grasso per eliminare il grasso…. bah…

E in realtà è anche vero, in parte, perchè mi piace ironizzare su quasi qualsiasi cosa.

Però devi ammettere che ne ho di fantasia no?

Ma bando alle ciance mio impavido lettore…

…come hanno dimostrato diverse ricerche in ambito scientifico, la vitamina C ha il “super potere” di aumentare esponenzialmente la TUA capacità di cremare il grasso…

…per questo, sempre che la scienza abbia ragione, visto che il grasso vegetale contenuto nella parte embrionale del chicco (cioè il germe di grano), è, tra le altre cose, in possesso di una discreta quota di vitamina C , che ti sciroppi in scioltezza ogni volta che mangi la pizza alla segale, possiamo dire -senza troppi fronzoli- che il grasso della pizza alla segale, ti aiuta a sciogliere il tuo grasso, sei d’accordo?

Sempre che la scienza abbia davvero ragione, nel dire che la vitamine C aumenti esponenzialmente la tua capacità di bruciare il grasso però eh…

#5 Il filtro definitivo definitivo della pizza alla segale che ti permette di INONDARE CON IL TUO FLUSSO DI ENERGIA LA TUA QUOTIDIANITA’ senza accendere il condizionatore.

Ti starai chiedendo perchè filtro definitivo vero?

Seguimi ancora per qualche riga…

Vedi, l’insieme di tutti gli altri filtri che rendono le impalcature della pizza alla segale areose, quanto e più della pizza bianca e che abbiamo già visto:

  1. Il filtro fibroso
  2. Il filtro salato
  3. Il filtro A-B
  4. Il filtro grasso

tutti e 4 insieme, danno vita ad un insieme di filtri che poi, tutti insieme è come se formassero un unico ed ultimo filtro definitivo.

Un po’ come succede con i filtri per l’acqua o per l’aria che, prima di fartela arrivare più pulita, viene passata sequenzialmente in diversi filtri; anche la pizza alla segale sottopone il tuo corpo ad una serie di filtri sequenziali che renderanno il tuo corpo più nutrito, energico e più pulito, quanto basta per farti ottenere risultati migliori senza appiccare il condizionatore.

Bene, spero che la vena ironica, l’ilarità e la tendenza a iper semplificare i concetti con cui scrivo, siano stati di tuo gradimento e se sei arrivato fino a qui è probabile di si.

Come potrai immaginare, scrivere NON è il mio lavoro, anche se mi diverte e piace parecchio, io sono più un uomo che gronda pizza dalle mani…


GIORGIA ROSIELLO

Finalmente un’idea geniale!!!! 
Ho mangiato la pizza alla segale, l’impasto è eccezionale, morbido, leggero , saporito. La mozzarella è vera mozzarella…..
È arrivata a casa ancora caldissima.
Complimenti davvero ragazzi!!!


Se l’idea  di essere più energico e pimpante ti aggrada e vuoi un aiutino che la pizza alla segale può darti, per evitare il condizionatore e produrre di più in meno tempo….

…bando alle ciance CLICCA QUI e scopri che cosa mi sono inventato con il mio staff per il menù di questo mese, ordina direttamente dal mio sito.

Ah non mi conosci e non lo sapevi?

Probabilmente sei l’unico…

Comunque guarda è molto semplice: io e il mio staff, ogni mese, spremiamo le meningi come se fossero agrumi e estraiamo tutto il succo della nostra creatività, per regalarti un menù sempre nuovo e costruito con ingredienti di piccoli allevatori e coltivatori, presidi slow food e molto altro…

CLICCA QUI e scopri cosa abbiamo in serbo per te questo mese.

Mangia bene e vivi in forma

Capitan Pizza

PS: Ovviamente, per colpa del mio carattere pazzerello, capita spesso che una pizza venga tolta dalla sera alla mattina per lasciare spazio a qualche mia nuova invenzione notturna. Quindi, se nel menù di ora vedi qualcosa che te gusta, CLICCA QUI e ordinalo ora, prima che tu sia costretto a rinunciarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *